Crif ha sviluppato nuovi indicatori che stimano con precisione, a livello territoriale, il grado di rischiosità del cliente, privato e business

15/06/2017
👤Autore: Crif Review numero: 45 Pagina: 29
Conoscere a fondo la propria clientela aiuta a definire prodotti e servizi misurati sulle diverse realtà ambientali e sociali. 
In questo ambito, Crif ha sviluppato una famiglia di indicatori che stimano, a livello territoriale, la rischiosità in termini di furti auto, nelle abitazioni o in azienda attraverso parametri per tutto il territorio nazionale, con un livello di dettaglio capillare. Ciò consente la costruzione di score predittivi dell’evento furto, oggi già utilizzati da diverse compagnie leader per meglio definire le politiche di prezzo, identificando la clientela in base al rischio individuato.
Nello specifico, il centro di competenza big data & marketing analytics di Crif si è avvalso di un ampio set di variabili, proprietarie e raccolte dalle più rilevanti basi informative pubbliche mondiali, rielaborando i dati con le più recenti tecniche di advanced analytics per estrarre indicatori sintetici con elevato contenuto predittivo.

Le variabili analizzate sono state individuate e raggruppate in base alla tipologia di furto, ovvero a seconda che si tratti di eventi riguardanti aziende o privati. In termini complessivi, vengono prese in considerazione tre tipologie di indicatori: socio economiche; geografiche, che indicano caratteristiche, numerosità e distanza fisica di specifici punti di interesse all’interno delle aree di gravitazione; aziendali, predittivi della dinamica economica, transazionali, di rischio, ecc. 





INSERITA ANCHE LA VARIABILE AMBIENTALE

Più nel dettaglio, gli score di furto sono stati calcolati valutando bacini di gravitazione differenziati attorno all’indirizzo della casa/azienda da valutare e sono stati sviluppati distinguendo i punti di interesse più pertinenti per le abitazioni da quelli per le aziende.
Un ulteriore valore aggiunto degli score di Crif è legato al rischio ambientale che questi misurano. Tale aspetto risulta di grande interesse poiché introduce un elemento di novità rispetto alle variabili tipicamente adoperate, rendendoli contestualmente poco correlati con gli indicatori solitamente utilizzati dalle compagnie, aggiungendo elevata capacità predittiva agli score interni già implementati.


Per maggiori informazioni: 
marketing.creditsolutions@crif.com
Crif – Via Fantin 1-3 – 40131 Bologna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti