Nell’era dell’assicurazione digitale non basta essere “mobile” per costruire una relazione di qualità con il cliente: l’obiettivo di Crif è rendere agile la customer journey

28/05/2018
👤Autore: Crif Review numero: 54 Pagina: 13
Nell’ambito dei lavori del Digital insurance hub 2018 di Cetif, con la collaborazione di Crif e di un panel composto da primarie compagnie assicurative attive sul mercato italiano, sono stati approfonditi i New insurance models e i driver di sviluppo del settore nell’era digitale. 
I cambiamenti nelle abitudini ed esigenze della clientela, spinti dalla diffusione delle tecnologie web e dei device mobili, richiedono nuovi canali e modalità di interazione, e impongono alle compagnie assicurative di analizzare le innovazioni da apportare al proprio modello di servizio. Oggi in Italia l’arena competitiva è molto diversa rispetto a cinque anni fa, e si confrontano player tradizionali, operatori digital native, aziende insurtech e piattaforme di social network che guardano con interesse al mercato.





INTERAZIONI MOBILE MA DI QUALITÀ

Aspetti sempre più imprescindibili per il comparto assicurativo, da sempre abituato ad analizzare le informazioni secondo molteplici dimensioni, riguardano l’automazione dei processi e l’integrazione dei dati. Digitale non vuol dire infatti solo mobile ma, soprattutto, la capacità di disegnare e implementare nuovi processi agili quali, ad esempio, quelli per la compliance alla normativa know your customer o alla direttiva Idd, e per la valutazione della clientela millennial e/o dei canali digitali, con metodologie e tecniche ad hoc che vanno al di là di quelle utilizzate fino a oggi.
Nell’era della digital insurance fattori chiave per competere con successo divengono l’utilizzo di tutto il patrimonio informativo disponibile sul mercato, da rileggere con metriche nuove rispetto al passato e più coerenti con gli attuali standard tecnologici e cognitivi, e l’adozione di software modulari e configurabili, che possano essere incorporati nell’ecosistema digitale, garantendo flessibilità minuto per minuto e rendendo più agile il customer journey anche in mobilità.

TECNOLOGIE E SERVIZI A SUPPORTO DELLA RELAZIONE CON IL CLIENTE

Da sempre Crif rivolge la massima attenzione ai trend dei mercati finanziari e assicurativi e investe costantemente in innovazione, qualità e sicurezza, supportando le compagnie nel migliorare le proprie performance di business, nel prevenire le frodi e ottimizzare i processi contenendo i costi. In particolare, per rispondere alle nuove esigenze del contesto digital, Crif ha sviluppato la soluzione Omnichannel Smart Onboarding, che mette a disposizione delle assicurazioni tutti gli ingredienti per gestire in maniera innovativa il customer journey della clientela. La piattaforma coniuga differenti componenti: il Crif Information Core, l’ampio ed esclusivo patrimonio informativo del gruppo, applicazioni software e di workflow, consulenza e servizi specializzati di Business process outsourcing. Grazie a questo mix unico e distintivo, la soluzione Crif accompagna con successo il cliente in tutte le fasi del digital corridor assicurativo: engagement, onboarding, loyalty
Per maggiori informazioni: marketing@crif.com 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I più visti