DANNO ALLA PERSONA: MOTO PERPETUO O CAMBIAMENTO?

DANNO ALLA PERSONA: MOTO PERPETUO O CAMBIAMENTO?

30/06/2014

È possibile che un moto indotto possa perdurare senza avere mai fine? Sembrerebbe di sì, soprattutto se abbiniamo il concetto di moto perpetuo a una materia tanto cara (in tutti i sensi) agli assicuratori: il risarcimento del danno non patrimoniale. Si tratta di un terreno su cui, da anni, continuano a maturare leggi e sentenze, richieste di interventi e...

Leggi l'intero articolo Condividi
X
  RICERCA DI SICUREZZA E STANGATE FISCALI

RICERCA DI SICUREZZA E STANGATE FISCALI

30/05/2014

Come favorire lo sviluppo della previdenza complementare, la diffusione dei prodotti protection e, nel complesso, una maggiore propensione degli italiani all’acquisto di polizze assicurative diverse dall’Rc auto obbligatoria?La centralità di questa domanda non emerge solo attraverso le agende di convegni e seminari, nelle interviste e nei dibattiti tra...

Leggi l'intero articolo Condividi
X
  L'ASSICURAZIONE CHE PIACE AGLI ITALIANI

L'ASSICURAZIONE CHE PIACE AGLI ITALIANI

30/04/2014

Fare ciò che si è sempre fatto, ma in modo diverso. È l’estrema sintesi di una giornata di analisi, scenari, dibattiti ed esperienze che il convegno “L’innovazione per crescere”, organizzato da Insurance Connect, ha presentato lo scorso 19 marzo a Milano. Una sintesi che rischia di banalizzare un’evoluzione in atto all’interno delle compagnie, verso i...

Leggi l'intero articolo Condividi
X
  COMPETERE AD ARMI PARI

COMPETERE AD ARMI PARI

31/03/2014

Partire dalla definizione di intermediario per delineare un perimetro di attività, di correttezza nella distribuzione del prodotto e del servizio assicurativo, nonché di trasparenza per il cliente. Sembrerebbe una ricetta semplice. E infatti ci si stupisce della mancanza di attenzione da parte dei regolatori, almeno fino a oggi, nel disegnare con più...

Leggi l'intero articolo Condividi
X
  EVOLUZIONE PER VIGILANZA E VIGILATI

EVOLUZIONE PER VIGILANZA E VIGILATI

28/02/2014

Con la riforma dell’architettura di vigilanza europea, realizzata nel 2011, il messaggio al sistema assicurativo era chiaro: l’obiettivo da perseguire era, e rimane, il potenziamento delle attività volte all’integrazione e all’armonizzazione dei regimi di supervisione, con norme condivise e decisioni in grado di tener conto della sostenibilità dei singoli...

Leggi l'intero articolo Condividi
X
  FINE ANNO, TEMPO DI BILANCI

FINE ANNO, TEMPO DI BILANCI

31/12/2013

Si sa, la fine di un anno porta sempre con sé urgenze da gestire e conti da chiudere, valutazioni complessive sul lavoro svolto, sui risultati ottenuti e sugli errori da non ripetere, con tanti progetti da costruire per il nuovo anno in arrivo (e relativi obiettivi da raggiungere). È un momento di bilanci e riflessioni, che spesso impongono particolare...

Leggi l'intero articolo Condividi
X
  SEGNALI DI RIPRESA, MA CON RISERVA

SEGNALI DI RIPRESA, MA CON RISERVA

30/11/2013

Per il 2013 la raccolta premi del settore assicurativo risulta in crescita, con una risalita che secondo le previsioni di Accenture dovrebbe raggiungere i 114,4 miliardi di euro. A trainare questo trend è il mercato vita, che crescerà del 15% per arrivare a 80,2 miliardi (69,7 nel 2012), con una nuova produzione vita in aumento, ad agosto di quest’anno,...

Leggi l'intero articolo Condividi
X
  NESSUNA CRESCITA  SENZA L’ATTENZIONE AL PAESE

NESSUNA CRESCITA SENZA L’ATTENZIONE AL PAESE

31/10/2013

Dopo anni caratterizzati dal segno negativo, nel 2013 il settore assicurativo tornerà a crescere. Ad affermarlo sono i numeri dell’Ania, che evidenzia quanto, dopo una perdita cumulata di 4,4 miliardi di euro nel biennio 2010-2011, le compagnie italiane siano state in grado di accumulare, nello scorso esercizio, un utile netto di 5,8 miliardi di euro....

Leggi l'intero articolo Condividi
X
  SOLVENCY II, UN PERCORSO IN SALITA

SOLVENCY II, UN PERCORSO IN SALITA

30/09/2013

Se ne parla da anni e ancora se ne parlerà. Perché tale è la portata di Solvency II, a livello europeo e soprattutto per i mercati nazionali, che nulla può essere sottovalutato. Da anni si parla di “armonizzazione” della direttiva e di necessità di renderla efficace (e soprattutto non dannosa) per i singoli Paesi. In più occasioni abbiamo assistito, con...

Leggi l'intero articolo Condividi
X