L'ASSISTENZA SI FA INTEGRATA

Una gestione efficiente dei servizi per tutti gli attori della sanità integrativa. Con questo obiettivo nasce FullCare, frutto dell’accordo tra Blue Assistance e Accenture

L'ASSISTENZA SI FA INTEGRATA hp_stnd_img
👤Autore: Laura Servidio Review numero: 7 Pagina: 24 - 25
Fornire servizi di alta qualità a costi contenuti. Per farlo nasce FullCare - High Quality Assistance, un’offerta congiunta di servizi messa a punto dall’accordo tra Blue Assistance e Accenture per la gestione dell’assistenza sanitaria di compagnie, broker, società di mutuo soccorso, casse e fondi sanitari.

“In Italia – spiega Luca Filippone, amministratore delegato di Blue Assistance – si sta sviluppando un mercato importante di sanità integrativa, per effetto di una sanità pubblica che arretra e di una spesa out of pocket già oggi di 30 miliardi di euro, che le famiglie potrebbero gestire meglio indirizzandola verso coperture sanitarie private più efficienti e di qualità”. 




Partendo da questo forte potenziale, Blue Assistance ha deciso di mettere a frutto il suo know-how tecnico-liquidativo in ambito sanitario, il consolidato network di strutture convenzionate e la propria centrale operativa specializzata, incrementandone l’efficienza operativa e la modernizzazione dei sistemi informatici. “Qui nasce la collaborazione con Accenture che – sotto il marchio FullCare – è finalizzata a portare al mercato qualità, know-how ed eccellenza nella gestione dei servizi sanitari”. L’impegno di Accenture è rivolto alla gestione di parte delle attività amministrative di front e back-office, ai servizi IT e alla gestione anagrafica e contributiva. Blue Assistance può così focalizzarsi sulla gestione liquidativa e il controllo e aggiornamento del network convenzionato, vero core business della società. 
Highlight dell’offerta è il contenimento dei costi garantito dal fatto che, scegliendo una struttura sanitaria convenzionata, nel 90% dei casi sono convenzionate in modo diretto anche le équipe mediche – 35 mila in Italia – per un totale di circa 65 mila medici. 


SOLUZIONI TAILOR MADE

“Il progetto, che sarà pienamente a regime all’inizio del 2014 con il completamento dell’evoluzione dei sistemi informatici a supporto della reingegnerizzazione dei processi operativi, avrà come fiore all’occhiello la qualità del servizio: in un mercato in cui si privilegiano le economie di scala, anche noi puntiamo sull’efficientamento dei processi, ma con la capacità di offrire soluzioni tailor made e qualità di servizio: attualmente gestiamo 1500 prodotti sanitari e di assistenza. Particolare rilievo ha, oggi, anche il settore dentario, con un migliaio di dentisti convenzionati che ci permettono di offrire un prezzo certo e un tariffario unico su tutto il territorio nazionale. 
In alternativa alle coperture per le cure dentarie, offriamo un servizio, acquistabile anche online, che dà accesso al network odontoiatrico garantendo al cliente finale un risparmio fino al 50%-70% e la possibilità di scegliere il proprio operatore sanitario di fiducia su tutto il territorio”.





INTEGRAZIONE TRA GLI ATTORI

“Nell’ambito del progetto FullCare – spiega Pino Leoni, managing director insurance di Accenture – la nostra azienda fornisce, non solo la componente di servizi IT, ma anche quella di business process outsourcing, a completamento delle attività di consulenza tradizionale. La collaborazione con Blue Assistance prevede un duplice obiettivo: estendere lo spettro di azione dei servizi offerti da Accenture in ambito welfare (con la componente sanitaria); industrializzare i processi operativi di Blue Assistance, attraverso la reingegnerizzazione end-to-end dei processi di assistenza sanitaria integrativa grazie anche alla modernizzazione dei sistemi informativi e all’outsourcing di alcuni servizi amministrativi”. 
In particolare, il nuovo modello operativo permetterà una completa integrazione e collaborazione tra tutti gli attori coinvolti nei processi di sanità privata. “Strutture ospedaliere, medici, compagnie e liquidatori saranno integrati grazie all’utilizzo di una nuova piattaforma web based e un nuovo contact center, con l’obiettivo di fornire servizi tempestivi e a costi competitivi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti