AXA VARA LA NUOVA GOVERNANCE

Con la riorganizzazione, il gruppo punta alla crescita sul mercato italiano attraverso la creazione di una realtà integrata, capace di valorizzare best practice, canali distributivi e condivisione di processi

AXA VARA LA NUOVA GOVERNANCE hp_stnd_img
👤Autore: Renato Agalliu Review numero: 22 Pagina: 14 - 15
Via libera alla nuova governance del gruppo Axa Italia, definita Axa One Italy, che mira al consolidamento della presenza sul mercato assicurativo attraverso la sinergia delle compagnie Axa Assicurazioni e Axa Mps. 

Il nuovo assetto punta a dar vita a un’organizzazione integrata di Axa in Italia che rispetti e valorizzi le specificità dei diversi canali di distribuzione. L’intento dichiarato della compagnia è quello di crescere attraverso la valorizzazione dei punti di forza delle diverse società, con la condivisione di best practice, l’allineamento dei processi e lo sviluppo di sinergie e progettualità congiunte. A lungo termine, lo scopo della compagnia è di servire al meglio reti distributive e cliente finale. 

La nuova governance si incentra su tre punti. In primis una holding, succursale italiana della Axa Mediterranean Holding, che detiene il controllo di Axa Assicurazioni. Rappresentante legale per l’Italia sarà Frédéric de Courtois. Mentre per le funzioni di staff svolte a favore del gruppo Axa Italia sono state individuate Raffaella Pisanò per strategy, cpo&general secretary, e Isabella Falautano, che avrà la responsabilità di communication, corporate responsibility & public affairs. 





SINERGIE DI SERVIZIO E OMOGENEITÀ DEI PROCESSI

Il secondo punto alla base della riorganizzazione fa riferimento a un unico gruppo assicurativo Axa Italia, che comprende le compagnie Axa Assicurazioni (capogruppo) e Axa Mps (la joint venture con Banca Mps), che resta compagnia distinta, sotto la guida dell’amministratore delegato Frédéric de Courtois, coadiuvato da Maurizio Cappiello, direttore generale di Axa Assicurazioni, e Béatrice Derouvroy, direttore generale di Axa Mps, responsabili dello sviluppo e della redditività del business per i canali di competenza, rispettivamente agenziale/broker e bancario. Fanno parte del gruppo anche quattro direzioni, a riporto dell’ad de Courtois, che svolgono le attività nell’ambito della società consortile, Axa Italia Servizi, costituita dalle varie compagnie con l’obiettivo di creare sinergie tra i servizi e di rafforzare efficienza e omogeneità dei processi, incluse le strutture sinistri affidate a Maurizio Cappiello. Ecco come sono suddivise: finance è affidata a Marc Audrin; hr, organisation&change management a Simone Innocenti; operations a Robert Gauci; corporate governance a Fabio Accorinti. 

“Axa è una storia di successo in Italia e vogliamo crescere su questo mercato – ha dichiarato l’amministratore delegato in Italia, Frédéric de Courtois –. Questa riorganizzazione è volta a rafforzare la nostra competitività e a favorire ulteriori sviluppi, servendo al meglio la nostra rete agenziale, riconosciuta tra le migliori del gruppo Axa a livello globale, e proponendoci quale partner consolidato sul mercato italiano e quale operatore dal forte ruolo sociale”. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti