Se i produttori di pneumatici hanno saputo fare informazione, per il vetro così non è stato. Viceversa, è importante che il cliente sappia alcune cose importanti, a salvaguardia della propria sicurezza

28/06/2016
👤Autore: Glassdrive Review numero: 35 Pagina: 33
Oggi, non esiste una preparazione sul cristallo per auto, e questo è forse l’unico settore dove l’utente non si pone la domanda: quale vetro mi stanno installando? Questo, però, è un grave errore: sulle autovetture moderne, il parabrezza è responsabile fino al 35% della rigidità del veicolo e, al pari di freni, pneumatici e altre parti meccaniche, è fondamentale, in caso di incidente, come salva vita.

L’automobilista, quando cambia, ad esempio gli pneumatici, decide se installare un determinato prodotto, mentre per il vetro non si pone lo stesso problema. “Questo avviene – spiega Giovanni De Donato, direttore generale di Saint Gobain Autover – perchè i produttori di pneumatici hanno investito in comunicazione creando una cultura del penumatico, mentre il vetro non ha avuto, sino a oggi, investimenti importanti in termini di comunicazione e informazione all’utente finale”. 

L’utente deve sapere che esistono i cristalli di primo impianto (cosiddetti originali), cioè quelli installati sulle auto nuove in fase di produzione, prodotti da aziende che lavorano fianco a fianco con la casa automobilistica per dare una garanzia assoluta di qualità e sicurezza.


QUANDO IL VETRO È ORIGINALE

L’utente identifica il cristallo originale unicamente quando esso presenta il logo della casa automobilistica, pensando che quelli senza logo siano imitazioni o ricambi equivalenti; viceversa, per capire quale è il vetro originale della propria auto, è necessario conoscere chi è il produttore riportato sul vetro e serigrafato, come nel caso di Saint Gobain. 
Oggi esistono molte reti specializzate in sostituzione cristalli. Le più importanti hanno una qualità di lavorazione buona: la vera differenza si gioca sulla qualità del cristallo montato, che, a oggi, l’utente non percepisce, ma che dovrebbe iniziare a pretendere tutte le volte che necessita di sostituire un vetro. “Il parabrezza – ricorda De Donato – in caso di incidente, ha la funzione di contenere l’airbag e permettere che la sua funzionalità non venga compromessa, quindi, salva la vita, esattamente come dei buoni pneumatici in caso di frenata”. 
Saint Gobain, attraverso la propria rete Glassdrive si sta facendo promotrice di una quality culture, nella speranza che anche gli altri produttori di primo impianto seguano l’esempio. “Nei centri Glassdrive, al termine del lavoro, consegniamo una garanzia a vita sulla qualità del lavoro, ma soprattutto un certificato che garantisce che il cristallo montato è un Saint Gobain e/o comunque un cristallo di primo impianto”.

L’IMPORTANZA DELLA QUALITÀ

Tra le aziende di primo impianto spicca Saint Gobain che, assieme ad altri due produttori mondiali, si gioca la leadership qualitativa dei loro prodotti. Saint Gobain Autover è proprietaria del marchio Glassdrive, rete d’installazione con 150 centri in tutta Italia, e oltre 800 in Europa. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti