MARKETING E GAP SOCIALE

Necessità di fornire risposte adeguate a colmare le insufficienze del welfare state, costruendo elementi utili a conoscere a fondo il consumatore di servizi assicurativi e i suoi nuovi bisogni, in un ambiente in cui le tecnologie offrono strumenti sempre più sofisticati. Su questo tema Insurance Review, in collaborazione con Amca, apre un momento di confronto tra il marketing assicurativo e i propri lettori

30/04/2013
Le sfide che attendono gli assicuratori italiani sono sia molto complesse sia numerose, e richiederanno enormi sforzi in direzione della ricerca di innovazione e di sviluppo del mercato che per certi versi appare ancora statico e poco sviluppato. 
Tra i temi caldi c’è l’invecchiamento della società italiana, che pone sul tavolo dell’assicuratore molte problematiche da dover analizzare e nuovi bisogni ai quali necessariamente è chiamato a dare una risposta. Risposte necessarie in riferimento al rischio di povertà delle persone anziane, alla necessità di cure sempre più costose, al bisogno di assistenza delle persone non autosufficienti, attraverso una gestione della spesa sanitaria e socio-sanitaria orientate verso una interazione più stretta dell’operatore pubblico e privato: il primo nel ruolo di finanziatore della spesa e il secondo nel ruolo di erogatore dei servizi ai pazienti. Tutto ciò inserito in un contesto di mercato che non può definirsi soltanto nazionale, ma che sempre più assume le dimensioni di un unico mercato europeo delle assicurazioni, nel quale operano i grandi player transnazionali con i quali gli assicuratori domestici devono confrontarsi. 


IL SETTORE VERSO UN PROCESSO EVOLUTIVO

I fattori che in varia natura, e con differenti forze innovative, hanno dapprima dato inizio e successivamente alimentato il processo evolutivo sono stati sia esterni che interni al settore assicurativo. Tra i primi si possono accennare: l’importante opera di deregolamentazione/regolamentazione di origine comunitaria, l’introduzione della moneta unica, la creazione del mercato unico europeo dei servizi finanziari, l’innovazione tecnologica, l’evoluzione del comportamento del consumatore, le riforme del welfare. Tra i secondi: i processi di aggregazione delle compagnie e le operazioni di merger and acquisition anche cross border, che hanno visto coinvolte la maggior parte delle imprese assicurative italiane e i maggior gruppi bancari e finanziari sia italiani che europei, i miglioramenti nei processi produttivi, le innovazioni distributive, le innovazioni di prodotto.


AVVICINARE LE COMPAGNIE AI CLIENTI

Ciò detto, che ruolo riveste il marketing assicurativo
È chiamato a conoscere a fondo il consumatore di servizi assicurativi e i suoi nuovi bisogni, in un ambiente in cui le Information and Communication Technologies offrono strumenti sempre più sofisticati. Strumenti indispensabili, da un lato per accorciare le distanze che separano la compagnia dal cliente e, dall’altro, per rafforzare la relazione tra compagnie e intermediari. 
Il marketing, arrivato nel settore assicurativo in ritardo rispetto ad altri settori, costituisce o dovrebbe costituire una attività centrale all’interno dell’impresa di assicurazione e delle imprese di intermediazione assicurativa, fornendo agli operatori gli strumenti strategici e operativi per continuare a essere attori di successo anche in un mercato in continuo cambiamento.
Sul numero di Insurance Review di marzo ci eravamo lasciati con una domanda rivolta a noi stessi e ai nostri lettori: “che cosa dovrebbe essere oggi il marketing assicurativo in compagnia, in agenzia, in banca?”. La risposta possiamo cercare di darla insieme, e Insurance Review ce ne dà la possibilità: iniziamo oggi un percorso di approfondimento, un viaggio all’interno del marketing assicurativo, con il contributo di voi lettori. Sarete voi lettori a stimolare Amca con suggerimenti e richieste di approfondimento di tematiche specifiche di vostro interesse. 

           
CHI È AMCA

In qualità di compagni di viaggio, ci presentiamo ai lettori della rivista. Amca, Associazione di marketing e cultura assicurativa, si propone da dieci anni anni di creare uno spazio per la diffusione del marketing e della cultura di marketing all’interno del settore assicurativo. 
Amca si prefigge di agevolare lo scambio di informazioni, esperienze e idee fra coloro che, a vario titolo, lavorano o semplicemente si interessano al settore assicurativo, facilitandone i momenti di incontro e di confronto. L’eterogeneità culturale e le differenti professionalità degli associati che provengono dalle direzioni di compagnie, dal mondo delle reti agenziali e dalla consulenza, costituiscono la forza dell’associazione e consentono pertanto di disporre di una formula d’eccezione, in grado di innescare un florido interscambio e un costante aggiornamento professionale realizzabile grazie a momenti di riflessione comuni.

Amca è nata nel 2003 con il patrocinio della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa per rispondere alle esigenze del mercato assicurativo che, in continua evoluzione, richiede a professionisti e studiosi di sostenere momenti di incontro e confronto al fine di aprire le realtà assicurative all’adozione di tecniche di marketing innovative e di nuovi modelli di sviluppo. 

L’associazione è essa stessa figlia dell’alta formazione di qualità: i soci fondatori, sono gli ex allievi del Corso di Alta Formazione in marketing e distribuzione di prodotti assicurativi della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa (per informazioni scrivere a assic@sssup.it), realtà universitaria pubblica d’eccellenza a livello internazionale. Da molti anni, e quest’anno cade il ventennale, il Corso di Alta Formazione, diretto dal prof. Giuseppe Turchetti, è considerato dal mondo assicurativo un momento significativo di approfondimento di tematiche centrali del settore, e un’occasione particolarmente qualificata di valorizzazione delle risorse aziendali. Molti degli ex allievi ricoprono oggi ruoli di primaria responsabilità all’interno delle compagnie assicurative di appartenenza. 
Dunque Amca aspetta voi, lettori di Insurance Review. Per poterci contattare e inviare le proposte di tematiche da approfondire, scriveteci una email all’indirizzo: assic@sssup.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

marketing, amca,
👥

Articoli correlati

I più visti