I sistemi Adas entreranno rapidamente a far parte della nostra quotidianità, facilitando il rilevamento dei pericoli e aumentando la sicurezza di chi viaggia in auto. Il parabrezza diventa parte attiva del veicolo, tramite di informazioni, e necessita di alta professionalità nella fase di sostituzione

23/11/2018
👤Autore: Glassdrive Review numero: 59 Pagina: 5
Adas è l’acronimo di advanced driver assistance systems, ovvero sistema avanzato di assistenza alla guida. Sono sistemi elettronici che supportano il guidatore di un veicolo in situazioni di pericolo o emergenza per prevenire o limitare le possibilità di un incidente: si tratta di sensori pioggia, sensori crepuscolari, cruise control adattivo, frenata automatica d’emergenza, sensori di parcheggio, avviso di cambio corsia, riconoscimento automatico dei segnali. Le loro funzionalità possono essere più o meno complesse a seconda di come sono interfacciati con sistemi del veicolo come Abs, Ebd, Esp e altri. 
Nel novembre 2017 il Parlamento Europeo ha approvato la proposta di rendere obbligatori questi sistemi su tutte le macchine di nuova omologazione. L’informazione si correla a un recente studio elaborato dall’Osservatorio Autopromotec (fonte: Bain & Company) che stima un fatturato del mercato Adas pari a 26 miliardi di euro nel 2025. 

IN LINEA CON IL CAMBIAMENTO

Tale tecnologia pone già oggi dei punti di attenzione particolare al settore delle autoriparazioni.
Nel corso dell’ultimo anno abbiamo riscontrato una crescente attenzione dei clienti nei confronti dei sistemi Adas. I tecnici dei nostri centri Glassdrive hanno iniziato un percorso formativo sulle nuove tecnologie e tecniche di montaggio che vanno di pari passo con lo sviluppo dei cristalli per auto: a oggi tutti i nostri centri sono in grado, dopo la sostituzione di un parabrezza, di riportare l’auto nelle condizioni di origine. 

IL NUOVO RUOLO DEI CRISTALLI 

I sistemi Adas sono stati sviluppati con una tecnologia poi utilizzata anche per lo studio della guida autonoma. Nvidia, azienda leader nella produzione di componenti elettronici per pc, e in particolare per i settori gaming e grafica, ha investito nella realizzazione di un computer che utilizza tecniche di deep learning e altri complessi strumenti innovativi per migliorare la rilevazione degli oggetti su strada, la localizzazione delle mappe e la pianificazione del percorso. Un esempio è la capacità di distinguere un’auto della polizia da un taxi, un’ambulanza da un camion, così come ciclisti e pedoni distratti. 
Anche grandi aziende produttrici di vetri e cristalli stanno utilizzando la tecnologia Adas per trasformare il parabrezza in uno schermo sul quale proiettare le informazioni raccolte dai differenti sensori. Saint-Gobain Sekurit ha mostrato in alcuni video tutte le prossime evoluzioni del settore: la proiezione del percorso di navigazione sul parabrezza, adattando la navigazione alla strada, la possibilità di oscurare il vetro, l’integrazione dell’indicatore di direzione nei lati del cristallo e la comunicazione in tempo reale di pericoli attraverso messaggi sul parabrezza. Ma noi di Glassdrive stiamo pensando a un futuro non troppo lontano, quando le nostre auto saranno ancora più intelligenti e sapranno fare la scelta giusta in modo autonomo. 
E forse, in quel caso, facendo la scelta migliore, si recheranno da sole in un centro Glassdrive.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti