INTERMEDIARI E COMPAGNIE: FIDARSI SI PUÒ?

D'accordo sulla tutela del cliente, ma sui modelli di business il confronto è acceso: le imprese e gli agenti vogliono collaborare ma non a ogni costo. I protagonisti del settore assicurativo ne hanno discusso in una giornata intensa e altamente partecipata, organizzata da Insurance Connect a Milano

09/11/2017
👤Autore: Redazione Insurance Connect Review numero: 49 Pagina: 30
Oltre 320 persone hanno assistito al convegno sulla distribuzione assicurativa moderato dal direttore di questa rivista, Maria Rosa Alaggio e organizzato da Insurance Connect. L’evento ha coinvolto intermediari, compagnie, associazioni e istituzioni.

La giornata si è aperta con la presentazione dei risultati dell’Osservatorio sulla distribuzione assicurativa, ricerca realizzata da Scs Consulting e Swg in collaborazione con Insurance Connect.
Il sondaggio è stato commentato anche nel successivo confronto fra Sna e Anapa Rete ImpresAgenzia, i cui rappresentanti, Dario Piana e Massimo Congiu, hanno avuto modo di confrontarsi sul ruolo dei sindacati e sul quello dei gruppi agenti.
Un modello di rapporto impresa-agente che vorrebbe imporsi è quello praticato da Aviva. Ne ha parlato in un intervento Vittorio Giusti, general insurance director della compagnia in Italia. 





La sessione mattutina si è chiusa con una tavola rotonda che ha visto la partecipazione di Stella Aiello di Ania; Maria Luisa Cavina, responsabile servizi intermediari di Ivass; Massimo Congiu; Claudio Demozzi di Sna; Fabrizio Premuti di Konsumer; Paolo Savio di Generali Italia e Vittorio Verdone del gruppo Unipol. Al centro de dibattito l’impatto della direttiva Idd e le conseguenze per il consumatore finale.





Un’analisi di scenario affidata a Sergio Sorgi, vice presidente di Progetica, ha aperto la sessione pomeridiana. L’intervento ha approfondito il concetto di consulenza, ricordando agli intermediari di uniformarsi agli standard codificati da più di 10 anni. 





Il successivo confronto ha analizzato la distribuzione in Europa. Ne hanno discusso Alessandro De Besi della World federation of insurance intermediaries; Luca Franzi De Luca di Aiba; Luigi Viganotti di Acb; Jean-François Mossino, presidente della commissione agenti al Bipar e Andrea Polizzi, avvocato dello studio legale D’Argenio, Polizzi e Associati. 





Il nodo della redditività è stato al centro dell’ultima tavola rotonda. Tra multicanalità ed evoluzione dell’offerta, il recupero della competitività delle agenzie è alla base delle iniziative delle compagnie. Su questo si sono confrontati Michele Cristiano, ad di Cf Assicurazioni; Marco Rossi di Das; Marco Lamola di Cattolica Assicurazioni; Marco Mazzucco di Reale Group; Domenico Quintavalle di Zurich Italia; Vittorio Verdone; Fabrizio Fabris, presidente del gruppo agenti Cattolica e Paola Minini, presidente di Galf. 





Sul sito, www.insurancetrade.it, tutti i video del convegno e le presentazioni dei relatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti