INNOVAZIONE PER CREARE DAVVERO VALORE

La ricerca di un modello di business evoluto che sia capace di generare nuovo sviluppo è stato il tema al centro del convegno di Insurance Connect, al quale hanno partecipato oltre 270 persone. Le compagnie sono chiamate a ripensare le proprie strategie per aumentare, finalmente, il giro d’affari

08/04/2019
👤Autore: Redazione Insurance Connect Review numero: 63 Pagina: 26
Come trasformare uno scenario in perenne evoluzione in un elemento di valore per compagnie e clienti è il grande tema al centro del dibattito assicurativo, ed è anche quello che è stato ripreso durante il convegno L’innovazione che crea valore, l’annuale appuntamento di Insurance Connect, editore di questa testata, dedicato all’innovazione. L’evento, condotto dal direttore di Insurance Review, Maria Rosa Alaggio, è stato ampiamente partecipato, con oltre 270 addetti ai lavori che hanno assistito alle presentazioni e ai dibattiti. 



Il convegno si è aperto con un’interessante analisi di mercato di Enea Dallaglio, amministratore delegato di Innovation Team, ricca di spunti di riflessione e provocazioni per il mercato. La criticità più preoccupante identificata da Dallaglio è nel modo in cui è stata usata l’innovazione: le compagnie stanno soprattutto rendendo più efficienti i propri processi, gestendo sostanzialmente il portafoglio già esistente. 



Tecnologia ed ecosistemi, del resto, vanno a mutare le fondamenta dell’industry, come ha commentato nel suo intervento Andreas Moser, amministratore delegato di Munich Re in Italia. L’evoluzione, com’è inevitabile, riguarderà anche il mondo della distribuzione: su questo tema si sono confrontate Cattolica ed Helvetia Italia
Una sfida che entra nelle strategie per l’evoluzione del modello di business, e che ha acceso la tavola rotonda cui hanno partecipato rappresentanti di Axa Italia, UnipolSai, Sara Assicurazioni, Yolo e Groupama Assicurazioni



Ma è sulla tecnologia che si gioca la partita dell’assicuratore del futuro, come ha sottolineato Francesco Bardelli, ad di Generali Jeniot. Anche fuori dalle grandi compagnie c’è molto fermento, con nuove start up insurtech in cerca di investitori per far decollare i propri progetti: ne ha parlato Fabio Brambilla, presidente di Assofintech, intervistato da Maria Rosa Alaggio. 



Se si vuole proporre un nuovo modello di sviluppo, è necessario in primis lavorare sul fronte della semplificazione del linguaggio e del miglioramento dell’efficienza, ha commentato Vittorio Giusti, chief operating officer di Aviva Italia, che ha preceduto la tavola rotonda finale, cui hanno partecipato i broker Luigi Viganotti, presidente di Acb, e Tomaso Mansutti ad dell’omonima società, insieme ai rappresentati delle compagnie, Bene Assicurazioni, Zurich Connect, Net Insurance e Neosurance e all’amministratore delegato di Facile.it, Mauro Giacobbe



Sul sito, www.insurancetrade.it, tutti i video del convegno e le presentazioni dei relatori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

I più visti