FARE RETE PER INNOVARE

Per Assimoco, l'innovazione parte dagli intermediari, vero fulcro del sistema d'offerta. Attraverso nuovi valori: l'ascolto delle esigenze dei partner distributivi, il decentramento delle intelligenze e la flessibilità operativa

31/05/2013
👤Autore: Laura Servidio Review numero: 4 Pagina: 31
La vera innovazione è il rapporto con i partner distributivi. Questa la vision di Assimoco, il gruppo assicurativo del Movimento Cooperativo italiano, che opera attraverso 400 banche di credito cooperativo, casse rurali e artigiane nonchè una rete di 86 agenzie tradizionali e di cooperazione. “Il mondo – spiega Ruggero Frecchiami, direttore generale della compagnia – sta cambiando a una velocità e con un’imprevedibilità rare, che richiedono un cambio di paradigma attraverso cui generare l’innovazione, vista non più come fattore competitivo, ma strategico e manageriale, ovvero dei modelli di gestione, elemento imprescindibile per il successo dell’impresa”.
Per fronteggiare il mutamento repentino è necessario generare rete. “Per farlo servono nuovi valori: l’apprendimento è il cuore, in quanto acquisire competenze trasversali consente all’impresa di comprendere situazioni sempre più complesse e imprevedibili; il decentramento ovvero sviluppare intelligence decentrate, per conseguire una visione allargata delle possibilità di sviluppo del business, in linea con le esigenze del cliente; la flessibilità operativa, per rispondere in modo efficace e coordinato ai mutamenti del contesto competitivo; la ridondanza, per accrescere la capacità di adattamento dell’impresa, e quindi la sua competitività, attraverso la ridondanza di asset intangibili”.


ASCOLTO E APPRENDIMENTO

La filosofa Assimoco parte della sua origine cooperativa. “Il centro della nostra organizzazione resta la persona e la chiave di volta strategica è il rapporto con i partner distributivi, ispirato ai principi già citati: apprendimento e innovazione, partendo dalla relazione con il canale agenziale; creazione di circoli d’eccellenza, per condividere e definire, con i responsabili delle banche dirette e delle agenzie di riferimento territoriale, vision, esperienze organizzative, commerciali e operative e best practice; definizione di un processo di sviluppo del prodotto per testare esperienze e personalizzare i prodotti in base alle esigenze emerse dai partner distributivi, vero centro del nostro sistema d’offerta”.
Il tutto offrendo servizi in chiave di forte integrazione. “Tra questi, emerge: il check up assicurativo, che consente al punto vendita di individuare le aree di sviluppo del business; il partner service, un servizio volto a una più efficace integrazione fra compagnia e intermediari; l’innovazione tecnologica, per incrementare l’efficienza e l’integrazione con gli intermediari, attraverso un nuovo sistema d’offerta basato sulla semplificazione dei processi”. 
L’innovazione di Assimoco presuppone forti investimenti in organizzazione, competenze,  gestione dei progetti e formazione dei partner distributivi. “Il concetto di fondo – conclude Frecchiami – è un grande lavoro di umiltà, ascolto e dialogo con i partner distributivi, per creare quel rapporto di fiducia, vero presupposto della crescita della rete”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LINK APPROFONDIMENTO

Articoli correlati

I più visti