Trasparenza e capacità di diffondere fiducia tra i consumatori attraverso una maggiore comprensione delle esigenze di famiglie e imprese. Su queste basi l'intero settore dovrà operare, nei prossimi mesi, per fare evolvere le proprie competenze e modalità operative, trasformando il nuovo approccio al cliente in risultati e sviluppo.

22/06/2015
Segnali diversi prospettano un miglioramento dell’attività economica globale e qualcosa, se pur lentamente, sta cambiando.
Il contesto assicurativo sembra possa avere una moderata crescita, nonostante la difficile situazione mondiale.
Nel 2014 molti sono stati i fattori determinanti che hanno cambiato radicalmente il nostro stile di vita. La complessa e problematica situazione economica e l’instabilità dei mercati finanziari ci hanno mostrato scenari inquietanti, che hanno inciso pesantemente sui risultati del mercato assicurativo.
Se volessimo valutare, oggi, quali sono state le maggiori richieste di prodotti e le loro motivazioni, dovremmo dividere le persone fisiche e le aziende in funzione delle proprie necessità, esigenze e stile di vita.

Nel mondo aziendale, potremmo dire che sono state mantenute le polizze a tutela del patrimonio, mentre si è verificato un calo delle richieste in merito ai contratti cosiddetti optional, per l’effetto di una diminuita disponibilità economica.
È aumentata, invece, la sensibilità per le polizze patrimoniali a copertura dei nuovi rischi, ovvero sui rischi ambientali e sui cyber risk.

L’indebolimento della capacità di spesa e di risparmio delle famiglie pesa in modo decisivo sulle scelte della vita quotidiana. La sensibilità verso il tema assicurativo si è spostata su argomenti più attuali, quali la polizza Rc auto e le polizze a scopo pensionistico, dove l’assicurazione costituisce ancora una parte considerevole della vita familiare. 
Gli obiettivi del 2015, in un mercato sempre più globale e competitivo, dovranno essere la trasparenza e la chiarezza verso gli utenti finali, ristabilendo così i rapporti di fiducia attraverso un’adeguata garanzia di tutela dei rischi. 
E per fare questo sarà necessario che il comparto assicurativo utilizzi una corretta informazione verso i consumatori, per garantire un equo rapporto di qualità e di prezzo di ogni singola proposta.


INNOVAZIONE - UN NUOVO MODO DI LAVORARE

Gli spunti di riflessione sul totale cambiamento del mondo che ci circonda sono stati molti ma, tra questi, il più importante è quello di evitare gap generazionali.
L’inarrestabile evoluzione di internet e la rivoluzione del web, che ha permesso di diffondere a un numero sempre più consistente di persone una più ampia conoscenza e un incessante scambio di informazioni, ci ha portato alla predisposizione verso nuovi metodi di approccio verso l’utente finale. 


FORMAZIONE - CREARE CULTURA

Qualità, competenza e professionalità. Nuove normative sono state emanate per i docenti che erogano formazione e che contribuiscono a migliorare lo stato di consapevolezza e di conoscenza per tutti coloro che lavorano in ambito assicurativo.
Nondimeno è necessario un considerevole impegno per provvedere a rendere il consumatore informato, e quindi formato, per comprendere le peculiarità dei prodotti assicurativi che potrebbero aiutarlo a migliorare il suo stile di vita. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti