TECNOLOGIA A CICLI INCREMENTALI

Una piattaforma per accompagnare, attraverso feedback intermedi, lo sviluppo tecnologico delle compagnie. E' la soluzione che Euris propone al settore assicurativo per seguire il cambiamento riducendone gli impatti negativi

14/05/2017
👤Autore: Laura Servidio Review numero: 43 Pagina: 43
“Oggi per noi è un giorno importante, perché presentiamo per la prima volta una nuova soluzione di appoggio allo sviluppo di software nelle compagnie assicurative”. È iniziato così l’intervento di Alessandro Vanzo , managing director del gruppo Euris, al convegno promosso da Insurance Connect. “È una piattaforma su cui lavoriamo da parecchi anni – ha aggiunto – e a cui teniamo molto”. La soluzione in questione è Lisa, un nuovo prodotto che punta ad accompagnare le compagnie nello sviluppo tecnologico del proprio business.


NUOVE SOLUZIONI PER VECCHI PROBLEMI

“Lisa nasce per rispondere a una serie di problemi che abbiamo vissuto direttamente con i nostri clienti”, ha spiegato Maximiliano Barberi, product manager della soluzione. Criticità dettate soprattutto dall’obsolescenza dei sistemi adottati dalle compagnie, che hanno avuto modo di manifestarsi nel pieno della trasformazione digitale. “Abbiamo, per esempio, riscontrato difficoltà nell’integrazione dei dati, soprattutto quelli provenienti da nuove sorgenti come black box o dispositivi wearable”, ha aggiunto Barberi. A tutto ciò si aggiunge anche una nuova centralità del cliente, che può essere soddisfatta solo adottando soluzioni tecnologicamente all’avanguardia.




Nella foto: Alessandro Vanzo

TECNOLOGIA OPENSOURCE

Lisa è una piattaforma omnicanale che punta a fornire, nel minor tempo possibile, soluzioni di business ad alto valore aggiunto. Il tutto, ci tiene a precisare Barberi, “basandosi su tecnologia opensource”. Ciò consente di adattare la soluzione ai sistemi adottati dalla compagnia, riducendo al minimo l’impatto sui processi già esistenti. A tal proposito, spiega Barberi, “Lisa può essere collocata parallelamente ai sistemi della compagnia, può fornire un controllo di implementazione, può sostituire i sistemi esistenti o concorrere a creare configurazioni ibride”.




Nella foto: Maxiliamo Barberi

INTERVENTI IN VARIE FASI

Oltre che strumento innovativo, Lisa può rivelarsi anche motore di cambiamento ed evoluzione. Una delle sue peculiarità, infatti, è la disponibilità di “strumenti che simulano l’effetto finale presso la clientela, ancor prima di arrivare in ambiente di collaudo”. Le strategie della compagnia, come il rafforzamento del canale diretto di vendita, potranno così essere verificate in maniera preliminare, attraverso feedback intermedi che consentiranno, laddove necessario, di correggere il processo in corso d’opera. “In caso di grandi cambiamenti di business – ha concluso Barberi – sarà possibile arrivare alla soluzione target attraverso cicli incrementali di sviluppo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti