RC AUTO, COME CRESCERE CON QUALITÀ

Il mercato in questi anni si È rivelato più competitivo di quanto ci si potesse attendere: come hanno reagito gli operatori, tra tecnologia disruptive e normativa? Nell’evento annuale di Insurance Connect, i protagonisti del settore hanno discusso di strategie, innovazione e futuro

10/12/2019
👤Autore: Redazione Insurance Connect Review numero: 70 Pagina: 20
L’Rc auto resta un sistema complesso anche (o soprattutto) dopo anni di discesa significativa del premio medio. Il convegno organizzato da Insurance Connect è stata l’occasione per approfondire i temi legati a questo ramo. L’evento, partecipato da circa 240 persone, è stato moderato da Maria Rosa Alaggio, direttore di questa testata. 



Per introdurre la giornata, Scs Consulting ha presentato la ricerca sulla catena del valore nel settore, disegnando un quadro fatto di contrazione dei premi.
Le riflessioni hanno fatto da sfondo alla giornata, che è continuata con il confronto tra Enrico San Pietro, condirettore generale assicurativo di UnipolSai e Alberto Tosti, direttore generale di Sara Assicurazioni



Oscar Foti, direttore underwriting auto di Amissima, Mauro Paccione, responsabile direzione tecnica danni di Reale Mutua e Pedro Bernardo Santos, direttore generale di G-Evolution, hanno invece discusso di risparmio dei costi: dall’underwriting alla gestione sinistri. 
Di normativa, regole, ma anche possibilità per il futuro della Rca, hanno parlato Antonio De Pascalis, capo del servizio studi e gestione dati di Ivass, Umberto Guidoni, responsabile della direzione business di Ania e Maurizio Hazan, avvocato dello studio legale Taurini-Hazan



A portare il punto di vista dei consumatori è stato invece Paolo Martinello, presidente della Fondazione Altroconsumo, in un intervento che ha preceduto il dibattito sulla smart mobility tra Andrea Galimberti, client partner, head of mobility di Kantar; Michele Colajanni, dell’Università di Modena e Reggio Emilia; Andrea Bonaschi, responsabile dello sviluppo canali e go-to-market e connected insurance di Generali Italia; e Ivan Pivirotto, head of business development and operations di Quixa



Nella successiva tavola rotonda è stato dato spazio al punto di vista degli agenti: alla discussione hanno partecipato Umberto D’Andrea, dell’Associazione agenti Allianz; Stefano Passerini, del Gruppo agenti Amissima; e Gaetano Vicinanza, del Gruppo agenti Sara



Infine, la tavola rotonda conclusiva ha ospitato il dibattito sulla gestione sinistri: si sono confrontati Federica Luci, responsabile Card dell’Ania; Gianluca Soffietti, responsabile della rete liquidativa sinistri di Groupama Assicurazioni; Barbara Buralli, direttore sinistri di Intesa Sanpaolo Assicura; Andrea Radini, business architect – insurance analytics and business architecture di Cattolica; Giovanni Storici, responsabile liquidazione sinistri di Genertel; e Roberto Trementozzi, responsabile liquidazione sinistri di Crédit Agricole Assicurazioni.



Sul sito www.insurancetrade.it, tutti i video del convegno e le presentazioni dei relatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti