L'IMPORTANZA DEI DECRETI ATTUATIVI

L'IMPORTANZA DEI DECRETI ATTUATIVI

24/05/2017 - Il rimando a più precisi regolamenti, attualmente in definizione, lascia la Legge Gellli in un limbo fondamentale per le proprie fortune. I cambiamenti previsti per tutti gli attori dipendono infatti da come le specifiche sosterranno gli obiettivi della nuova norma

L’obbligo di assicurazione, posto a carico tanto degli esercenti la professione sanitaria...

Leggi l'intero articolo Condividi
X
  ALLA RICERCA DELL'ALLEANZA PERDUTA

ALLA RICERCA DELL'ALLEANZA PERDUTA

23/05/2017 - La Legge Gelli sulla sicurezza delle cure e la responsabilità sanitaria si manifesta come una novità potenzialmente risolutiva per i temi dell'assicurazione di strutture e professionisti. Il focus posto sul rapporto tra paziente e medico modifica la posizione delle compagnie, ma solo la pubblicazione dei decreti attuativi stabilirà il reale peso del...

Leggi l'intero articolo Condividi
X
  CREDIT SCORE  AL SERVIZIO  DELLE COMPAGNIE

CREDIT SCORE AL SERVIZIO DELLE COMPAGNIE

20/03/2017 - Una ricerca di Cetif e Crif analizza lo stato dell'arte e le prospettive dell'utilizzo delle informazioni creditizie da parte delle imprese assicuratrici: una novità che sembra prendere piede, fra molti ritardi

I primi studi sulla correlazione fra storia creditizia e propensione (o costo) del sinistro sono apparsi negli Stati Uniti, sul finire degli anni...

Leggi l'intero articolo Condividi
X
  PENSIONI: IN EUROPA ESISTE UN PROGETTO?

PENSIONI: IN EUROPA ESISTE UN PROGETTO?

19/03/2017 - In un recente report, Insurance Europe critica Solvency II e il prossimo regolamento sui Priips, mentre propone alla Commissione Europea una nuova visione per dare ai cittadini una previdenza sostenibile

Esiste ancora un modo per tenere in piedi sistemi pensionistici pubblici in una società fatta da meno lavoratori e più pensionati? La portata di questa...

Leggi l'intero articolo Condividi
X
  VERSO IL RILANCIO DELL’UNIONE EUROPEA

VERSO IL RILANCIO DELL’UNIONE EUROPEA

19/02/2017 - Mancati investimenti e ritardi nei progetti infrastrutturali pesano sulla competitività e sullo sviluppo dell'Italia e dell'Europa. A sottolinearlo, il segretario generale di Febaf, Paolo Garonna che, in occasione del Rome Investment Forum, ha evidenziato l'urgenza di completare alcune riforme per riaffermare il ruolo di guida del vecchio continente

Leggi l'intero articolo Condividi
X
  CYBERBULLISMO, A RISCHIO I DIRITTI INDIVIDUALI

CYBERBULLISMO, A RISCHIO I DIRITTI INDIVIDUALI

30/09/2016 - Cresce la preoccupazione in Europa per i fenomeni di violenza su internet che colpiscono vittime sempre più giovani. Il trend non riguarda solo le scuole ma anche le aziende: tra mobbing e umiliazioni il mondo del business si scopre senza protezioni. Arag ha presentato uno studio internazionale

“Modelli di comportamento incentrati sulla sistematica...

Leggi l'intero articolo Condividi
X
  BREXIT, LE CRITICITÀ PER GLI ASSICURATORI

BREXIT, LE CRITICITÀ PER GLI ASSICURATORI

20/09/2016 - Con l'uscita del Regno Unito dall'UE, quali saranno le conseguenze per le compagnie? Tanti gli elementi destabilizzanti: la volatilità dei mercati, i problemi di passaporto, la dislocazione dei lavoratori e i cambiamenti nel contesto giuridico e normativo. Un report di Marsh & McLennan prova a fornire una panoramica sugli scenari futuri

Con la Brexit nulla...

Leggi l'intero articolo Condividi
X
  RACCOLTA E PROFITTI, LA FRAMMENTAZIONE È STRUTTURALE

RACCOLTA E PROFITTI, LA FRAMMENTAZIONE È STRUTTURALE

19/09/2016 - Il settore assicurativo globale è cresciuto costantemente nel 2015, anche considerando la crescita economica mondiale ancora moderata. Tuttavia, le previsioni di Swiss Re parlano di uno sviluppo meno uniforme per l'anno in corso

Una fotografia di cosa è andato bene e cosa meno nel 2015, insieme a un bilancio e un’analisi delle tendenze con cui, tra pochi...

Leggi l'intero articolo Condividi
X
  GLI ITALIANI RISPARMIANO, MA NON INVESTONO

GLI ITALIANI RISPARMIANO, MA NON INVESTONO

12/07/2016 - Secondo il rapporto 2016 di Assimoco, due famiglie su tre preferiscono non investire i loro soldi. La bassa fiducia nei mercati di capitali è dovuta a tre fattori principali: l'effetto della crisi di questi anni, le recenti vicende che hanno interessato gli istituti bancari regionali e una scarsa alfabetizzazione finanziaria

Risparmiatrici sì, ma poco...

Leggi l'intero articolo Condividi
X