LA DOPPIA INSIDIA DEL REALE E DEL VIRTUALE

Presenti oltre 260 partecipanti all'evento organizzato da Insurance Connect, ormai diventato un appuntamento fisso che coinvolge ogni anni aziende di diversi settori produttivi. La sfida dell'Industry assicurativa: dare risposte concrete anche ai rischi non misurabili

17/07/2017
👤Autore: Redazione Insurance Connect Review numero: 46 Pagina: 28
La tempesta perfetta delle minacce del mondo reale e della realtà virtuale ha creato in pochi anni uno scenario di rischi difficilmente controllabile. Dare risposte concrete è la sfida dell’industria assicurativa, di fronte alla possibilità che pagare il sinistro sarà sempre di più residuale nelle proprie pratiche aziendali. 
Gli oltre 260 partecipanti al convegno, Gestire i rischi dal territorio al mondo virtuale, organizzato a Milano da Insurance Connect e moderato da Maria Rosa Alaggio, direttore di Insurance Review, hanno potuto assistere a un’intensa giornata dedicata totalmente al mondo dei rischi.

Alessandro De Felice, presidente di Anra, ha introdotto i lavori parlando della sfida principale della cosiddetta industria 4.0: gestire i processi in totale autonomia. Non è pensabile, ha detto, che il settore assicurativo sia impermeabile alla velocità del cambiamento.
L’innovazione nella gestione dei rischi è stato proprio il tema centrale della prima tavola rotonda, che ha coinvolto Adolfo Bertani, il presidente di Cineas; Luca Franzi De Luca, numero uno di Aiba; Luigi Viganotti, presidente di Acb; Bruno Giuffré, managing partner di Dla Piper e Marco Giorgino, ordinario di gestione dei rischi finanziari presso il Politecnico di Milano





Nella seconda tavola rotonda, hanno parlato i protagonisti del progetto Derris, un’iniziativa che ha visto collaborare settore pubblico (il Comune di Torino), privati (Unipol) e il mondo della formazione (Cineas). La partnership ha offerto alle Pmi strumenti per prevenire e gestire meglio le emergenze legate ai cambiamenti climatici. 





Di cyber crime, un rischio che si acuisce di anno in anno, ha parlato Umberto Rapetto, ex generale della Guardia di finanza, oggi cyber security advisor, insieme ad Alvise Biffi, coordinatore per la cyber security di Assolombarda e Tomaso Mansutti, broker e ad della società omonima. 





Da un rischio del mondo virtuale si è passati a discutere di terrorismo, una minaccia purtroppo sempre più concreta: anche in questo caso il parterre è stato eterogeneo, dal mondo accademico (Università Cattolica) al settore assicurativo (Marsh) a quello delle imprese multinazionali (Saipem). 




    
L’ultima tavola rotonda ha visto come di consueto assicuratori, gestori dei rischi, periti e aziende confrontarsi sulle cose concrete: richieste, necessità, problemi, successi. 
Al tavolo, insieme agli esponenti delle aziende, tra cui Isagro, Fiera Milano e Foppapedretti, si sono seduti Nicola Cattabeni, il presidente di Ugari e Francesco Cincotti, il numero uno di Aipai

Sul sito, www.insurancetrade.it, tutti i video del convegno e le presentazioni dei relatori.




© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti