LE INFORMAZIONI CHE CAMBIANO IL BUSINESS

Utili in fase di pricing, attività antifrode e scelte strategiche: i dati sono la chiave dell'intero ciclo di vita del cliente. Per organizzarli e renderli fruibili, Cerved lavora, in partneship, anche nel campo dei Big Data e degli analytics

03/05/2016
👤Autore: Laura Servidio Review numero: 33 Pagina: 43
Di varia natura e provenienti da fonti diverse, i dati sono in grado di supportare le decisioni dell’impresa solo laddove organizzati e integrati. In quest’ottica nasce la partnership tra Cerved, che da 40 anni gestisce grandi quantità di informazioni, e SpazioDati, la startup specializzata nel campo dei big data e della semantica. 
“L’accuratezza delle informazioni – racconta Valerio Momoni, direttore marketing e sviluppo prodotti di Cerved – è cruciale, soprattutto quando non si disponga di fonti ufficiali da certificare e qualificare: per farlo, ci avvaliamo di altri partner”. 

Il primo frutto di questa unione è il motore Atoka, che aggrega dati provenienti sia da fonti ufficiali sia non strutturate (pagine web, contenuti da social network), rendendoli disponibili in un’unica interfaccia, a supporto del ciclo di vita del cliente: profilazione, sottoscrizione e gestione.

“Le informazioni diventano rilevanti per il marketing, il pricing e la gestione del rischio frodi. Integrando fonti e piattaforme – conferma Momoni – siamo in grado di incrociare informazioni significative, ufficiali, destrutturate e proprietarie dei nostri clienti, per individuare le connessioni utili e profilare il soggetto: dalla sua propensione alla frode, a quanti immobili possiede, a quali polizze proporgli”. 


PREVENIRE IL RISCHIO E LA FRODE

Utilizzando un mix di big data e analytics, Cerved sviluppa modelli e score ad hoc; come quello per la valutazione del rischio nella sottoscrizione del property, che evidenzia come il costo medio per sinistro cresca nettamente al peggiorare dello score property. O il credit score Rca secondo cui, un soggetto protestato, con eventi negativi, in ritardo nei pagamenti è più probabile che sia protagonista di frodi verso le assicurazioni.
“Altra possibile applicazione riguarda l’individuazione del titolare effettivo di un’azienda: qui è necessario analizzare le relazioni tra i vari livelli, da cui si deduce se il soggetto identificato possiede il 34% della società”.


CERVED, IN NUMERI

Cerved è una big data company che gestisce, standardizza e analizza grandi patrimoni di informazioni (dati ufficiali e ora anche open data e web data) attraverso un archivio di 800 Tb e l’utilizzo di 15 delle 20 tecnologie più avanzate di gestione dei database, producendo 600 milioni monitoraggi all’anno, attraverso oltre 2000 business rule e 40 milioni di euro l’anno investiti in dati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti