UN POSTO IN CUI È BELLO LAVORARE

Costruire le condizioni per salvaguardare il tempo e amare la propria professione. È questo il presupposto su cui ConTe.it ha strutturato una serie di iniziative basate sulla conciliazione famiglia e lavoro, in un ambiente pervaso da senso di equità, capacità di comunicazione e divertimento

14/09/2018
“People who like what they do, they do it better”: è riassunta in questa frase, semplice e diretta, la visione culturale di ConTe.it. Se ti piace quello che fai, lo farai meglio. L’equazione è semplice: persone contente, clienti entusiasti, risultati eccezionali, e azionisti (i dipendenti stessi che ricevono share della compagnia ogni anno) estasiati. Benvenuti in Admiral!

Il cuore di un approccio al lavoro che per essere concretamente realizzato passa attraverso una miriade di iniziative e attività che ci vedono impegnati ogni giorno, tutti, a prescindere dal ruolo. Un impegno ben ripagato se ConTe.it ha ottenuto per il terzo anno consecutivo un posto sul podio nella speciale classifica dei Great place to work in Italia nella categoria large companies, riservata alle aziende con oltre 500 dipendenti. Questo risultato viene da lontano ed è strettamente legato ai valori del fondatore della compagnia, Henry Engelhardt: riconoscimento per gli obiettivi raggiunti, equità, comunicazione e divertimento. 
Nel concreto, per fare di ConTe.it un posto in cui è bello lavorare ci siamo immediatamente resi conto che avevamo il dovere di aiutare le persone a salvaguardare un bene molto prezioso, sempre più raro: il loro tempo. In questa direzione va, per esempio, il recente varo del servizio di carpooling aziendale che in una grande città come Roma assume un valore davvero inestimabile. Grazie a una app dedicata, Be Pooler, è possibile mettere in contatto colleghi che fanno lo stesso tragitto e così rendere i trasferimenti più rapidi, efficienti e sostenibili dal punto di vista ambientale. Molto utilizzato è anche il concierge al quale è possibile rivolgersi per sbrigare, un giorno alla settimana, semplici commissioni come il pagamento delle bollette o portare e ritirare degli abiti in lavanderia. 
In ConTe.it siamo più che mai consapevoli di quanto sia difficile coniugare lavoro e famiglia. Per questo abbiamo lanciato il progetto Genitori contenti, un pacchetto molto articolato di servizi a sostegno di chi ha figli: si va dalla possibilità di un confronto con una psicologa esterna che organizza corsi sulla genitorialità, alla pausa pranzo ridotta a trenta minuti, al posto di quella tradizionale della durata di un’ora, che consente di uscire prima dall’ufficio. Le mamme che operano nel nostro call center, inoltre, possono optare per turni che terminano ben prima delle 21, mentre abbiamo pensato di garantire ai papà due giorni di congedo parentale in più rispetto a quelli previsti per legge. I nostri collaboratori possono anche iscrivere i propri piccoli in asili che si trovano nei pressi della nostra sede di lavoro a prezzi agevolati. 

FLESSIBILITÀ E ASSENZA DI GERARCHIE

Sempre nell’ottica della valorizzazione del tempo si inserisce la possibilità per tutti i dipendenti di optare per forme di lavoro agile nell’ambito dell’iniziativa Flexibility che consente di svolgere i propri compiti un giorno alla settimana da qualsiasi luogo si desideri: un’iniziativa di smart working che ha già riscosso un grande successo tanto è vero che sono già arrivate richieste da circa il 60% dei colleghi. 
La qualità della vita sul posto di lavoro passa anche per la definizione di un ambiente aperto, e non mi riferisco soltanto agli spazi fisici. In ConTe.it non esistono uffici ma un grande open space e nessuno dispone di computer fissi ma esclusivamente di dispositivi portatili che consentono di spostarsi all’occorrenza vicino ai colleghi con i quali si stanno portando avanti dei progetti comuni. Inoltre nessuno, neanche i top manager o il ceo, ha il proprio ufficio, segretarie dedicate, auto aziendali, parcheggi riservati: zero status e zero ego è il nostro mantra. Il tutto all’insegna di un coinvolgimento costante e comune verso il raggiungimento degli obiettivi. Vorrei sottolineare, tra l’altro, che non esistono differenze esteriori di ruolo: il clima e i rapporti interpersonali sono improntati all’informalità e il parere di tutti è ritenuto fondamentale per la risoluzione dei problemi. Ogni iniziativa, inoltre, è realizzata per tutti i nostri collaboratori, senza distinzione alcuna. Questo è il modo in cui ci si sente sempre più parte di una realtà lavorativa le cui fondamenta poggiano sulla fiducia reciproca: non è un caso, quindi, se da noi non esistono badge. Particolare attenzione è rivolta al rispetto delle diverse realtà esistenti in azienda all’insegna del principio della zero discriminazione: oltre il 30% del top management è costituito da donne e il nostro comitato Diversity approfondisce opportunità e iniziative che hanno l’obiettivo di sottolineare e ribadire il valore del rispetto reciproco all’interno e anche fuori dalla compagine aziendale.  Da questo impegno è nata, per esempio, la nostra partecipazione al Gay pride del 2017 a Roma.

TRA CARRIERA, RELAX E VOGLIA DI DIVERTIRSI

Il costante coinvolgimento di tutti i collaboratori rappresenta una risorsa molto utile anche nel caso di nuovi inserimenti in azienda grazie al programma Presenta un amico sulla base del quale si può suggerire la candidatura di una persona che si ritenga adatta a ricoprire una certa posizione. In caso di assunzione chi ha segnalato la figura riceverà anche un benefit compreso fra 150 e 500 euro.
Per chi è già in azienda, invece, abbiamo lanciato il progetto Building the pillars che punta ad aiutare i colleghi più giovani a costruire i pilastri della propria carriera valorizzando i talenti personali con un percorso di sostegno pianificato. Garantendo la mobilità interna, anche all’estero, puntiamo poi a far conoscere il variegato mondo di ConTe.it e le numerose opportunità di crescita.
La soddisfazione professionale passa anche attraverso la salute fisica e il ridotto stress: in questa direzione vanno le numerose iniziative di carattere sportivo, dall’attività di pilates in pausa pranzo ai corsi di yoga, passando per la possibilità di consultare un nutrizionista. A brevissimo lanceremo anche una concetration room, una sorta di camera di defaticamento studiata per essere particolarmente silenziosa e rilassante dove poter recuperare forza, tranquillità e appunto, concentrazione.
E infine come non ricordare che anche il sorriso svolge un ruolo centrale. Non è un caso, quindi, se è stato istituito un Ministero del Divertimento (MoF – Ministry of Fun) e i manager hanno a disposizione un budget da destinare all’organizzazione di attività ludiche come gare di cucina o le corse in pantofole. Perché essere seri e performanti è fondamentale ma riuscire a esserlo con il sorriso non è da tutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti